Home > Senza categoria > “Latte” di Christian Raimo

“Latte” di Christian Raimo

9788875213688 Latte di Christian RaimoLatte
di Christian Raimo
– minimumfax –

La storia mia con Aura era stato un togliere strati, invece di aggiungerli. Se la mia idea di relazione fino ad allora era che, stando insieme, a contatto, baciandosi eccetera, ognuno passasse all’altro una parte delle proprie cellule, prima le più esterne, poi mano a mano i tessuti più interni, tra me e Aura il gioco era opposto: la prospettiva tra noi due non era quella di riempirsi a vicenda, ma di liberarsi, raschiarsi. Scartavetrare qualsiasi impronta che ci fosse rimasta addosso negli ultimi anni: dai ricordi agli odori, andava tutto rimasticato ed espulso.

*
E sentiva come se non avesse più controllo su se stesso. Come se la sua anima si fosse sciolta e fosse fluita in tutto il suo corpo, e ora ogni cellula avesse la sua goccia di animella.
*
L’impressione che tutto si avverasse, che il segno salisse in superficie, che non c’era più distacco, nessun filtro, che ciò che si diceva era, si faceva. E aveva sentito nuovamente quella ibrida sensazione dell’essere epigono. Percepire un senso di fine e inizio, di apocalisse e catarsi, buconero e palingenesi. E in questo fluttuare, o meglio in questo scaricarsi del tutto sul tutto, lui era come se non avesse un compito, come se non avesse chiara la sua missione, come se fosse stato investito sì, ma di che cosa?
*
Siamo stimoli, accumuli di stimoli
con la capacità di chiederci perché.
*
Sei una normale. E’ lui anche è uno normale, solo che appartenete a due tipi di normalità diverse: tu hai una normale paura di perderlo come hai perso mille altre persone prima, mentre lui che non ha mai perso nessuno, non gli viene neanche in mente che le cose possono scomparire.
.
.